Covid-19/

Stefano Vella

Direttore del Centro Nazionale per la Salute Globale, Istituto Superiore di Sanità

Test rapidi per SARS-CoV-2: perché adottarli subito

Pubblichiamo l'appello di dieci ricercatori sulla necessità di adottare i test rapidi per SARS-CoV-2.

Immagine: Designed by Freepik

È inutile nasconderlo: uno dei grandi problemi legati al controllo dei contagi da COVID-19 è legato alla complessità del sistema diagnostico basato sui classici tamponi. Il test richiede personale dedicato e adeguatamente bardato per proteggersi, l’inserimento di un bastoncino in fondo al naso, procedura che oltre a risultare fastidiosa è assolutamente operatore-dipendente, nel senso che a seconda di come viene fatto il prelievo si potrà avere un risultato più o meno attendibile, e, infine, l’esecuzione del test in laboratorio.

L’allarmismo sanitario contro gli immigrati

Alla voce "allarmismo" l’Enciclopedia Treccani recita: “Tendenza ad allarmarsi o ad allarmare; azione o comportamento che mira a creare artificialmente (e per lo più allo scopo di ottenere un preciso risultato) un clima di tensione: a. politico, a. economico”. Prendendo spunto da numerosi e reiterati episodi relativi al mondo della carta stampata, e più in generale della comunicazione di massa, tra i possibili tipi di allarmismo va sicuramente incluso quello "sanitario".