fbpx Massimo Riccaboni | Science in the net
Covid-19/

Massimo Riccaboni

È professore di Economia presso la Scuola IMT Alti Studi di Lucca, dove coordina il Ph.D. track in Economics, Networks & Business Analytics e dirige l'unità di ricerca Axes. Riccaboni ha ricevuto la laurea in economia politica dall’Università Bocconi e il dottorato in economia e management dalla Scuola Sant'Anna di Pisa. È stato membro del Comitato Prezzi e Rimborsi dell'AIFA e ha svolto attività di ricerca presso Boston University e KU Leuven; è inoltre stato professore all'Università di Trento e all'Università di Firenze. È autore di oltre cento articoli scientifici su tematiche interdisciplinari di economia applicata e di una monografia sulle dinamiche di crescita delle imprese pubblicata da Cambridge University Press. È membro del comitato scientifico della Fondazione Toscana Life Sciences.

Covid-19, vaccini e rischio disoccupazione: quali priorità?

Non sono ancora disponibili indicazioni chiare sulla priorità di accesso alla vaccinazione per le persone in buona salute con meno di 60 anni che non appartengono alle altre categorie prioritarie. Tali soggetti, seppur sostanzialmente equivalenti fra loro dal punto di vista del rischio sanitario, rappresentano una quota consistente della popolazione, di vitale importanza per la ripartenza dell'economia. Su questo si concentra un recente studio, in preprint, nel quale viene individuato un criterio di natura socio-economica per stabilire un ordine di priorità. Gli autori ce lo spiegano in questo articolo.

Crediti immagine: Medical photo created by freepik - www.freepik.com

Nonostante il recente progresso nella definizione di criteri omogenei su scala nazionale per la campagna vaccinale anti Covid-19, non disponiamo ancora di indicazioni chiare in merito alle priorità di accesso alla vaccinazione da parte della forza lavoro (popolazione attiva in buona salute).