Covid-19/

Giovanni de Girolamo

È dirigente medico di II° Livello e Direttore dell’Unità Operativa di Psichiatria Epidemiologica e Valutativa presso l’IRCCS Fatebenefratelli di Brescia. Negli anni 2008-2013 è stato Direttore Scientifico dello stesso IRCCS Fatebenefratelli, l’unico ospedale riconosciuto per tale attività nel campo della psichiatria. 

Laureato in Medicina e specialista in Psichiatria presso l’Università di Napoli, ha lavorato come psichiatra nei Dipartimenti di Salute Mentale di Cremona, Torino e Bologna. E’ stato Visiting Fellow presso l'Istituto di Psichiatria di Londra (nell’Unità diretta da M. Shepherd), presso l'Istituto di Demografia Psichiatrica ad Aarhus (Danimarca), diretto da A. Dupont, e presso il Western Psychiatric Institute and Clinic a Pittsburgh (USA), diretto da D. Kupfer. È Professore a Contratto presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano, e docente presso la Scuola di Specialità in Psichiatria dell’Università di Milano Bicocca.

Dal 1988 al 1994 ha lavorato presso la Divisione di Salute Mentale dell'OMS a Ginevra come Associate Professional Officer e poi come Medical Officer, sotto la guida di Norman Sartorius. Dal 1998 al 2001 è stato Coordinatore del Progetto Nazionale Salute Mentale, coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità a Roma, che ha coinvolto più di 100 centri in tutta Italia. Egli ha promosso e diretto numerosi progetti di ricerca multicentrici, in particolare: il centro collaborativo italiano del WHO Quality of Life Project (WHOQOL); lo studio nazionale sulle strutture residenziali psichiatriche (la più grande indagine mai fatta in questo settore), denominato PROGRES; lo studio nazionale sui reparti psichiatrici per pazienti acuti, chiamato PROGRES-Acuti; il centro italiano del World Mental Health Survey Initiative, diretto a livello internazionale da Ronald Kessler (Harvard University); due progetti sperimentali finanziati dal Ministero della Salute nell’anno 2012; il progetto internazionale INTERPRET-DD su diabete di tipo 2 e depressione; il progetto europeo MILESTONE, finanziato nell’ambito del 7° programma quadro dall’Unione Europea con € 6 milioni; il progetto della Regione Lombardia VIORMED; il progetto innovativo della Regione Lombardia sul trattamento dei pazienti con disturbo bipolare; il progetto europeo RADAR-CNS; il progetto europeo EU-VIORMED. 

Negli anni 2007-08, prima di trasferirsi presso l’IRCCS Fatebenefratelli, è stato responsabile per la ricerca sulla salute mentale cura presso l'Agenzia Regionale Sanitaria della Regione Emilia-Romagna a Bologna (Italia). Ha pubblicato numerosi volumi ed è autore di 281 lavori indicizzati su Pubmed. Ha un H-index di 74.