Davide Mancino

Davide Mancino ha un master in comunicazione della scienza, si occupa di data/visual journalism e information design. I suoi lavori sono stati pubblicati su Quartz, Il Corriere della Sera, La Stampa e L'Espresso.

La scienza questa sconosciuta nei TG Rai

Per chi su questi temi ha l’occhio un po’ più smaliziato, incappare in notizie di scienza in televisione è spesso come cercare un ago in un pagliaio. Schivata la politica si passa alla cronaca, e prima di accorgercene siamo già allo sport e poi ai titoli di coda. A scienza e scienziati, quasi sempre, neppure un accenno.

Ma è così? Probabilmente l’intuito ci inganna, è vero, ma nel verso contrario: e a ben vedere di scienza nel servizio pubblico si parla forse ancora meno di quanto penseremmo.

Il satellite tira le somme dei danni da incendi in Italia

Anche quest’anno, come ogni estate, grandi incendi hanno arso l’Italia – e il sud in particolare. Dalla Campania alla Sicilia, e non solo, le fiamme hanno incenerito ettari di boschi, praterie, terreni coltivabili, arrivando in alcuni casi vicinissime a zone densamente abitate. Ma con quali conseguenze, esattamente?

A world of R&D: what changed since the 80s?

In three decades the world can change of a lot. And it did: Cold War ended and several others started; new nations were born while globalisation kicked in. Yet one thing didn't seem to stop: growth of research. In the history of mankind there has never been as much scientific research as there is now, with millions of scientists and several thousands of institutions working every day.