Silvia Camporesi

Silvia Camporesi: 12/03/1982

Nel 2006 consegue la laurea specialistica in Biotecnologie Mediche presso l'Università di Bologna. Attualmente è studentessa del corso di dottorato in "Foundations of Life Sciences and their Ethical Consequences" diretto da Giovanni Bonoiolo presso la Scuola Europea di Medicina Molecolare e Università di Milano. La sua ricerca di dottorato è nel campo dell'Etica Medica. Queste le sue principali pubblicazioni in diverse riviste internazionali:

  1. Camporesi S, Choosing deafness with pre-implantation genetic diagnosis: an ethical way to carry on a cultural bloodline? Cambridge Quarterly of Healthcare Ethics, forthcoming (January 2010).
  2. Camporesi S, Phase 0 workshop at the 20th EORTC-NCI-AACR symposium, Geneva, ecancermedicalscience 2008, 2(107), DOI: 10.3332/ecancer.2008.107
  3. Camporesi S and Boniolo G, Fearing a non existing Minotaur? The ethical challenges of research on cytoplasmic hybrid embryos, J Med Ethics, 2008:34: 821 - 825.
  4. Camporesi S and Bortolotti L, Reproductive cloning in humans and therapeutic cloning in primates: Is the ethical debate catching up with the recent scientific advances? J Med Ethics, 2008 Sep;34(9):e15
  5. Camporesi S, Oscar Pistorius, enhancement and post-humans, J Med Ethics 2008;34(9): 639.
  6. Camporesi S, The FDA decision to shelve the Helsinki Declaration: Ethical considerations. ecancermedicalscience 2008, DOI: 10.3332/eCMS.2008.LTR76
  7. Camporesi S, The context of embryonic development and its ethical relevance. Biotechnol J 2007 Sep;2(9):1147-53

I test genetici

Giorgio ha 21 anni e un rischio del 50 % di sviluppare prima dei 40 anni la corea di Huntington, una malattia neurodegenerativa per cui si perde il controllo del sistema nervoso periferico (per cui il nome “corea”, dal greco per “danza”) dovuta a una mutazione genetica da espansione da triplette di DNA, attualmente incurabile. Esiste un test genetico per cui Giorgio può sapere con certezza se ha ereditato la mutazione, e quindi se svilupperà la malattia.

L'evoluzione della moralità

Domande circa la base e l’evoluzione della morale hanno sempre affascinato filosofi e psicologi. Le posizioni in campo sono delle più varie. Per esempio, alcuni studi empirici suggeriscono che i nostri giudizi su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato sono influenzati da reazioni emozionali "viscerali" ("gut reactions") come empatia e disgusto.