Chiara Finotti

Giornalista scientifico. Laureata in Farmacia con una tesi svolta presso la School of Pharmacy dell'Università di Londra, inzia a lavorare nell'ambito della ricerca scientifica in importanti centri di ricerca. Nel 2004 collabora con Tempo Medico e Il giornale del medico e inizia ad avvertire il nascere di una forte passione per il giornalismo scientifico. Frequenta il Master in Comunicazione Scientifica presso l'Università di Milano e svolge uno stage presso la redazione scientifica Zadig. Dopo una significativa esperienza lavorativa presso un'importante azienda farmaceutica ha svolto per due anni il ruolo di Communications Manager per la Fondazione americana ISSNAF. Scrive per la rivista Aboutpharma and Medical Devices e collabora con le seguente testate giornalistiche online www.videoscienza.it , www.oggiscienza.it e www.molecularlab.it e Corriere Salute online.

Ormoni, geni e ambiente: le possibili cause dell'autismo

Pubblicato sulla rivista Neurotoxicology uno studio che conferma la patogenesi multifattoriale dell’autismo.
La ricerca, finanziata dalla Fondazione USA Autism Speaks e realizzata dall’Irccs Fondazione Santa Lucia e dal Campus Bio-Medico di Roma, in collaborazione con l'Istituto Superiore di Sanità e l'Università di Pisa, dimostra come non sia un unico fattore a innescare la patologia ma l’interazione fra tre fattori: genetico, sessuale e ambientale.

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

E-cig, il dibattito è accesso

Uno spettro si aggira nelle ultime settimane sulle speranze dei fumatori che pensavano di aver trovato nelle sigarette elettroniche un degno sostituto delle tradizionali bionde.