Maria Paola Landini

Maria Paola Landini è nata a Parma. Laureata in Biologia a Parma e in Medicina e Chirurgia a Bologna, specialista in Microbiologia e Virologia, attualmente è Professore ordinario di Microbiologia e Microbiologia Clinica a Bologna dove dirige l’Unità Operativa di Microbiologia del policlinico S.Orsola-Malpighi.
Ha passato lunghi periodi in centri di ricerca esteri, come l’Istituto Pasteur di Parigi e il dipartimento di Microbiologia e Immunologia di Stanford, in California. 
Nella lunga attività di ricerca ha pubblicato oltre 200 articoli scientifici su vari temi di Virologia molecolare e clinica e di Microbiologia.
Dal novembre 2006 fa parte del Consiglio Superiore di Sanità.
Nel maggio 2007 ha ricevuto la medaglia d’ oro “Albert Schweitzer 2007” come tributo ai grandi meriti per la medicina. Nel novembre 2007 l’Università di Odessa le ha conferito la laurea honoris causa per i meriti in campo medico. 
Nel novembre 2010 le è stato conferito il Premio Minerva 2010 per la Ricerca Scientifica.
È membro del consiglio direttivo dell’Associazione dei Microbiologi Clinici Italiani (AMCLI), di cui è anche responsabile per le relazioni esterne. 

 

Il primo superbug? Non da Nuova Delhi, ma dal North Carolina

Il primo caso di diffusione di enterobatteri multiresistenti NDM-1 (New Delhi Metallo-β-lactamase tipo1) descritto nel nostro Paese ha riportato l’attenzione sui cosiddetti “superbatteri indiani”. Ma sarebbe un errore pensare che il batterio proveniente da Oriente sia l’unico o il più importante.