Caro Veronesi, troppi impegni