Covid-19/

Assemblaggio del Mycoides

Assemblaggio del Mycoides
Italian
Read time: 2 mins
Didascalia home page: 

Schema della sintesi del primo DNA artificiale.

Intervallo dati: 
Thursday, 20 May, 2010

La vera novità dell’esperimento di Venter è l’aver sintetizzato del DNA in grado di controllare tutte le funzioni della cellula, proprio come il DNA originale. Questo processo di sintesi e assemblaggio si è svolto in differenti tappe. Vediamo come.

  1. Il primo passo consiste nel sintetizzare, attraverso un sintetizzatore nucleotidico, più di mille porzioni di DNA della lunghezza di circa 1.000 basi, tra loro parzialmente sovrapponibili, che messe insieme corrispondono al genoma di Mycoplasma mycoides.
  2. Ora tutto è pronto per essere assemblato. Le 1078 porzioni, indicate in rosso, vengono ricombinate tra loro in pacchetti di 10, per ottenere porzioni di DNA (in blu) più lunghe (circa 10mila basi) e quindi minori in numero (109). Il processo di ricombinazione avviene in lievito.
  3. Il passo successivo è identico al precedente. Per ricombinazione si ottengono 11 porzioni, indicate in verde, di lunghezza dieci volte maggiore delle porzioni precedenti.
  4. Nell’ultima fase, le 11 porzioni di DNA vengono ricombinate tra loro in modo tale da ottenere l’intero genoma, indicato con il cerchio rosso. Ora è possibile trasferire l’intero genoma all’interno della cellula ricevente.
  5. Il primo genoma sintetico è molto simile, ma non identico a quello naturale. I punti in giallo sono i siti del genoma che presentano maggiori variazioni nella sequenza nucleotidica rispetto al DNA di partenza. Inoltre i punti in asterisco indicano ulteriori polimorfismi riscontrati. Alcune di queste variazioni sono volute, altre dovute a eventi di evoluzione spontanea.
Autori: 
Sezioni: 
Correlazione degli articoli
Informazioni per gli editor
pronto
Genetica
Grafico: