Giovanni Giacometti

Laureato in Chimica a Padova nel 1951. Assistente alla Cattedra di Chimica Fisica presso la Facolta’ di Scienze di Padova nel 1954. Libero docente in Chimica Fisica nel 1955. Straordinario di Chimica Teorica presso la Facolta’ di Scienze di Padova nel 1960. Ordinario della stessa disciplina ed in seguito di Chimica Fisica presso la stessa Facolta’ dal 1963 ad oggi.

Smith Mundt Fellow presso il Dipartimento di Chimica del California Institute of Technology, Pasadena, Ca, USA, dal 1953 al 1954. Research Associate presso il Dipartimento di Fisica dell’Univerity of Chicago, Chicago, Ill., USA, nel 1954. NRC Postdoctoral Fellow, nella Divisione di Chimica del National Research Council, Ottawa, Canada, dal 1957 al 1958. Visiting Scholar, presso il Dipartimento di Chimica dell’ Universita’ di Glasgow, Glasgow, UK, nel 1964. Visiting Professor, presso il Dipartimento di Chimica dell’ Illinois Institute of Technology, Chicago, Ill., USA, nel 1967.
Direttore dell’Istituto di Chimica Fisica dell’Universita’ di Padova dal 1961 al 1966.
Direttore del Centro Studi sugli Stati Molecolari Radicalici ed Eccitati del CNR dal 1970 ad oggi. Membro del Comitato Scientifico del Laboratorio di Ricerche di Base della SNAM Progetti SpA a Monterotondo (Roma), dal 1970 al 1980.
Preside della Facolta’ di Scienze dell’Universita’ di Padova dal 1976 al 1980.
Membro dello "Steering Committee" del programma "Biophysics of Photosynthesis" della European Science Foundation dal 1993 al 1997 e dell’ "Executive Committee" dello stesso programma dal 1995 al 1997.
Ha ricevuto il premio Bologna per la Chimica nel 1963 e la Medaglia d’oro per i Benemeriti della Scienza, della Cultura e dell’Arte nel 1970.
E’ stato membro dei comitati editoriali di "Nuovo Cimento", "Gazzetta Chimica Italiana", "Journal de Chimie Physique", "Molecular Catalysis". E’oggi membro del comitato editoriale di "Spectrochimica Acta A, Biomolecular Spectroscopy".
Membro effettivo dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti di Venezia. Membro corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Membro corrispondente dell’Accademia Patavina di Scienze Lettere ed Arti di Padova. Membro straniero della "Societé Royale des Sciences de Liège".
Gia’ Presidente dell’Associazione Italiana di Chimica Fisica e della Divisione di Chimica Fisica della Società Chimica Italiana.

L'alga di Venezia

L’Autorità Portuale di Venezia ha presentato un progetto per la realizzazione di una centrale ad alghe per la generazione di energia elettrica che renderà autosufficiente il Porto di Venezia. L'idea è quella di sfruttare il processo di fotosintesi delle microalghe per produrre 40 MW di energia elettrica a impatto ambientale zero. Funzionerà?

L'orgoglio dell'innovazione

Come mai la chimica gode di una così cattiva fama ai giorni nostri? In particolare nel nostro Paese, che pure ha una tradizione gloriosa, dire chimica è uguale a male. Il motivo principale, a mio avviso, è che alla chimica moderna manca sempre di più la parte di scienza di base. Le sue leggi fondamentali sono ben note, anche se resta ancora molto da esplorare. di GIOVANNI GIACOMETTI