Roberta Villa

Medico e giornalista scientifico, Roberta Villa collabora da sempre con Zadig. Ha lavorato nella redazione di Tempo Medico (di cui è stata direttore scientifico dal 2007), Onconews, Occhio Clinico e Occhio Clinico pediatria. Scrive regolarmente per il sito internet del Corriere della Sera e da quasi vent’anni per l’inserto di salute (Corriere Salute) del medesimo quotidiano; collabora con altri giornali e riviste (Espresso, Sole 24 ore Sanità, Messaggero di Sant’Antonio, il Caffè di Locarno) e con siti come quello di AIRC. Per Zadig si occupa anche di Partecipasalute.

Obbligo vaccinale al nido: è la soluzione giusta?

Al nido si potranno iscrivere solo bambini in regola con le vaccinazioni. Tutti (o quasi) plaudono alla decisione del Consiglio regionale dell’Emilia Romagna che il 22 novembre, con il solo voto contrario del Movimento 5 Stelle, ha inserito questa clausola in una legge di riforma dei servizi educativi per la prima infanzia.

Il mondo della ricerca a caccia di metodi complementari alla sperimentazione animale

C’è un equivoco frequente, quando si parla di sperimentazione animale: da un lato si immagina il mondo della ricerca che si barrica a difendere l’uso delle cavie in laboratorio, e dall’altro un sottobosco alternativo, non meglio definito, ma ignorato, anzi osteggiato, dalla cosiddetta “scienza ufficiale”, che, forse in cantina o nel garage di casa, ha messo a punto metodi che già potrebbero sostituire perfettamente gli animali con colture cellulari e programmi al computer, ma che non vengono diffusi per difendere interessi superiori.