Anna Sustersic

Anna Sustersic si è laureata in Scienze Ambientali all’Università di Trieste. Ha proseguito gli studi con un dottorato di ricerca presso l’Istituto di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale di Trieste con una ricerca sulla sostenibilità dei sistemi produttivi costieri nel Golfo di Trieste. Ha svolto attività di didattica e divulgazione ambientale presso la Riserva Marina di Miramare (Trieste) e con la Cooperativa Rogos, dedicata alla promozione e valorizzazione del territorio e all’educazione ambientale. Presso la SISSA di Trieste (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati) ha conseguito il master bennale in Comunicazione della Scienza con una tesi dedicata alla valutazione dei processi partecipati come strumento di divulgazione scientifica fra i giovanissimi. Presso l’azienda SISSA - Medialab di Trieste si è occupata di progetti di editoria e divulgazione scientifica.

Maria Sybilla Merian: arte e natura, passione in evoluzione

Maria Sybilla Merian era un’ottima artista. A vantaggio della sua professione di naturalista, perché nell’Europa del XVIII secolo, in cui il fermento e la curiosità portavano i pionieri della curiosità scientifica a solcare mari e attraversare deserti sconosciuti, carta e penna erano l’arma dei naturalisti.

Giovanni Keplero aveva un gatto nero

In quanti modi si può raccontare l'avvincente storia di Marie Curie? Secondo Marco Fulvio Barozzi (Popinga) bastano pochi versi. Con una poesia essenziale ed ironica e con apparente leggerezza Giovanni Keplero aveva un gatto nero, edito da Scienza Express, stravolge e fonde universo letterario e scientifico, creando una nuova dimensione dove la struttura dei versi è’ matematica e i contenuti matematici diventano novella.