fbpx Giovanni Corrao | Science in the net
Covid-19/

Giovanni Corrao

Professore Ordinario di Statistica medica presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Già Ricercatore Universitario presso l’Università di Torino dal 1984 al 1988 e Professore di seconda fascia presso l’Università di L’Aquila e l’Università di Milano dal 1988 al 1999, dal 1 ottobre 2000 è Professore Ordinario di Statistica Medica presso l’Università di Milano-Bicocca dove attualmente afferisce al Dipartimento di Statistica e Metodi Quantitativi, Sezione di Biostatistica, Epidemiologia e Sanità Pubblica e al Centro Interuniversitario Healthcare Research & Pharmacoepidemiology (un consorzio di 25 atenei di cui riveste il ruolo di direttore).

Presso l’Università di Milano-Bicocca insegna nei seguenti Corsi di studio:

Corso di laurea in Statistica e gestione delle informazioni (insegnamento di Statistica medica),

Corso di laurea magistrale in Biostatistica (insegnamenti di Metodologia della ricerca clinica ed epidemiologica e Farmacoepidemiologia),

Dottorato di Ricerca in Sanità Pubblica (coordinatore del percorso in sistemi di valutazione)

Master in Ricerca e sviluppo preclinico e clinico dei farmaci (insegnamento di Farmacoepidemiologia),

Master in Data management per la ricerca clinica (insegnamento di Studi osservazionali e farmacoepidemiologia),

Insegna inoltre nei seguenti altri Atenei:

Università di Cattolica del Sacro Cuore di Roma (Statistica Medica I e Statistica Medica II presso le Scuole di Specializzazione della Classe in Sanità Pubblica),

Università di Milano (Farmacoepidemiologia presso il Master in Farmacovigilanza)

Università di Padova (Farmacoepidemiologia presso il Master in Farmacoepidemiologia e valutazione dei percorsi assistenziali)

Attualmente è:

Direttore del Centro Interuniversitario Healthcare Research & Pharmacoepidemiology

Presidente del Comitato Etico della Val Padana (dal novembre 2013),

Founding Editor della rivista internazionale Epidemiology, Biostatistics & Public Health (dal gennaio 2011) rivista ufficiale della Società Italiana di Statistica medica ed Epidemiologia Clinica

Statistics Editor della rivista internazionale Atherosclerosis (dal febbraio 2017) rivista ufficiale della European Atherosclerosis Society and affiliata a International Atherosclerosis Society

È stato:

Direttore della Scuola di specializzazione in Statistica sanitaria (dal 1 novembre 1990 al 31 ottobre 1993, Università di L’Aquila),

Coordinatore del Corso di laurea in “Statistica” e del Corso di laurea magistrale in “Biostatistica” (dal 1 ottobre 2001 al 30 settembre 2009, Università di Milano-Bicocca),

Preside della Facoltà di Scienze Statistiche (dal 1 ottobre 2009 al 30 settembre 2012, Università di Milano Bicocca),

Presidente della Società Italiana di Statistica Medica ed Epidemiologia Clinica (dal settembre 2007 all’ottobre 2009),

Componente del Comitato Scientifico dell’Istituto Regionale di Ricerca (I.Re.R.) della Regione Lombardia (dal novembre 2009 al giugno 2011),

Presidente del collegio nazionale dei professori e ricercatori universitari di Statistica medica (dal 2013 al 2017)

Attività scientifica e progetti di ricerca:

Studia e approfondisce diversi aspetti della metodologia della ricerca clinica e l’applicazione dei metodi statistici agli studi osservazionali e sperimentali. Da oltre 15 anni gli interessi di ricerca sono prevalentemente indirizzati ai metodi per la valutazione dei sistemi socio-sanitari e l’appropriatezza delle prestazioni mediche. Negli ultimi 10 anni ha coordinato, e attualmente coordina per l’Università di Milano-Bicocca, numerosi progetti tra cui:

Programmi internazionali finanziati dalla Comunità Europea: (a) ALERT Project: Early Detection of Adverse Drug Events by Integrative Mining of Clinical Records and Biomedical Knowledge; (b) SOS Project: Safety Of non-Steroidal anti-inflammatory drugs; SAFEGUARD Project: Safety Evaluation of Adverse Reactions in Diabetes; (c) JOINT ACTION ON Health Information towards a sustainable EU health information system that supports country knowledge, health research and policy-making within the 3rd HEALTH PROGRAMMEOF THE UNION’S ACTION IN THE FIELD OF HEALTH (2014-2020); INFACT program

Ricerca indipendente sui farmaci finanziata dall’Agenzia Italiana del Farmaco: (a) BEST Project: Assessing the risk/benefit profile of bisphosphonates therapy in the secondary prevention of osteoporotic fractures; (b) Trattamento farmacologico nell’anziano con patologia cardiovascolare associata a malattie croniche: inappropriatezza prescrittiva e valutazione di esito nella popolazione istituzionalizzata e residente in comunità; (c) Progetto FABIO, Farmaci Biologici in Oncologia

Programmi finanziati dal Ministero della Salute: (a) progetto FRAME: Flussi Regionali Automatizzati per il Monitoraggio dell’assistenza e la generazione di Evidenze scientifiche di indirizzo delle politiche sanitarie; (b) monitoraggio dei servizi di igiene mentale finanziato nell’ambito del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie; (c) monitoraggio e valutazione dei percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali, promosso dalla Direzione programmazione del ministero; (d) ricerca finalizzata di rete dal titolo Assessing care paths, effectivenss and cost-effectiveness from real world data.

Programmi finanziati dal MIUR nell’ambito dei PRIN: Progetto MOTIVE: Modelling effectiveness, cost-effectiveness and promoting health care value in the real world

Allo stato attuale è impegnato nel coordinamento dei progetti denominati INFACT program, monitoraggio e valutazione dei percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali, Assessing care paths, effectivenss and cost-effectiveness from real world data e Progetto MOTIVE (Modelling effectiveness, cost-effectiveness and promoting health care value in the real world)

La produzione scientifica è documentata da 302 pubblicazioni internazionali indicizzate in MEDLINE/PUBMED. Nel complesso queste pubblicazioni sono citate 18,632 volte e l’indice H di Hirsch risulta pari a 67 (Google Scholar, 21 febbraio 2018).

La statistica medica lancia una proposta per le prossime pandemie

“Conoscenze, decisioni e incertezza: la statistica medica lancia una palla di neve, perché quella in corso non è l’ultima pandemia” è il titolo del position paper scritto da Flavia Carle1, Giovanni Corrao2 e Cristina Montomoli3, approvato e sottoscritto dal Consiglio Direttivo della Società Italiana di Statistica Medica ed Epidemiologia Clinica (SISMEC). Vi offriamo una sintesi che potrebbe risultare utile.

Immagine: Pixabay License.

Il fatto che questa pandemia abbia riguardato dall’inizio e con veemenza Paesi come l’Italia, dove le malattie infettive sembravano non rappresentare da tempo un problema prioritario per la salute dei cittadini, ha evidenziato due importanti criticità.