redazione

Europe health saved by welfare

Peace Love Doctor, Bansky. Credit: Thomas Hawk / Flickr. Licenza: CC BY-NC 2.0.

Mortality trends in Europe have been decreasing in recent years, differently from what happened in the United States with the rise in the so-called “deaths of despair” among low educated middle-aged white Americans. Most of all, such trends in Europe show no interruptions due to the economic crisis. This is the conclusion of a study published on PNAS by LIFEPATH, a project funded by the European Commission, which investigates the biological pathways underlying social differences in healthy ageing.

A scuola di attendibilità

Bansky, We are all fakes. Crediti Cathrine Idsøe.

In un mondo sempre più dominato da approssimazione e disinformazione, servono nuove strategie per non restare vittime delle fake news e imparare a distinguere le fonti attendibili da quelle manipolate.
Per questo, dopo un primo convegno tenutosi a Milano nel dicembre 2017, il Gruppo 2003 per la ricerca e Scienza in Rete propongono altri tre incontri l’1, l’8 e il 15 marzo a Brescia (scarica il programma).

Onde da Nobel

L'interferometro Virgo a Cascina (Pisa). The Virgo Collaboration.

Barry Barish e Kip S. Thorne, entrambi di Calthech, insieme a Rainer Weiss di MIT, si sono aggiudicati il Premio Nobel per la fisica 2017 per il loro ruolo nella scoperta delle onde gravitazionali, ma anche come fondatori di LIGO (Interferometer Gravitational-Wave Observatory), che per primo ha misurato, il 14 settembre 2015, le onde gravitazionali, giusto un secolo dopo la loro previsione teorica nella relatività generale di Albert Einstein.

Citizens have their say on epidemic and pandemic threats

The ASSET project, Action plan in Science in Society in Epidemics and Total pandemics, presented today its Policy Report at the European Parliament. The EU-funded project has performed a citizen consultation in eight different European countries to engage citizens in preparedness and response towards crises caused by emerging outbreaks, epidemics, and pandemics. The countries are: Bulgaria, Denmark, France, Ireland, Italy, Romania, Norway and Switzerland.

I Nobel e noi: un dibattito su come ridare fiato alla ricerca in Italia

Il Nobel per la Fisica 2016 premia gli aspetti esotici - quantistici - della materia. Una bella trasmissione radiofonica - Radio Anch'io (RAI 1) - aiuta a districarsi nelle difficoltà di questo settore intervistando fra gli altri Guido Tonelli, Eugenio Coccia, Pietro Roversi, Giorgio Parisi. Con un dibattito molto interessante su cosa significa fare ricerca in Italia oggi, le difficoltà dei nostri ricercatori e le carenze della nostra governance.

Crisi e salute: quello che sappiamo non basta

Il rapporto fra condizioni economiche e occupazionali e salute è ben documentato in letteratura. Sono numerosi i casi di studio presi in esami dai ricercatori, in particolare in riferimento alla recente crisi economica, ma a quanto pare fare una sintesi che tracci delle linee comuni a partire dai singoli casi di studio non è così semplice.

La ricerca scientifica ha bisogno di risorse e trasparenza

Il Convegno “Mind the Gap. Il finanziamento della ricerca in italia” (24 giugno, Aula Magna, Università Statale di Milano) ha riunito alcuni dei più autorevoli esponenti della comunità scientifica per un confronto pubblico, e un contributo operativo, sul tema della governance della ricerca in Italia.

Ricerca scientifica e sorveglianza sanitaria dopo il terremoto: la lezione che ci viene dall’Aquila

Nel periodo successivo al terremoto del 2009 i ricercatori dell’Università dell’Aquila hanno analizzato l’impatto del sisma su diversi aspetti della salute dei cittadini, pubblicando numerosi articoli scientifici su riviste internazionali (più di 100).

La protesta del super matematico che fa ricerca senza ottenere fondi

Giuseppe Mingione è uno dei 99 matematici più citati del mondo. In 4 anni ha avuto 3 mila euro di finanziamenti contro il 250 mila dei suoi colleghi stranieri. In una intervista al Corriere della Sera il matematico dell'università di Parma e membro del Gruppo 2003 per la ricerca scientifica spiega le ragioni per le quali ha scelto il boicottaggio della VQR. Pubblicchiamo l'articolo integrale a firma di Orsola Riva.

Fragile. Il rischio ambientale oggi

Con il rischio la Terra e i suoi abitanti hanno sempre convissuto e nonostante terremoti, maremoti, eruzioni vulcaniche, frane e valanghe, siccità, alluvioni, uragani, cicloni e cambiamenti climatici se la sono sempre cavata, trasformando ogni choc in occasione evolutiva, anche quando, ad esempio, qualcosa provocava una estinzione di massa delle specie viventi. Parliamo, ovviamente, di tutte le specie viventi tranne una e di cinque estinzioni tranne una. La specie a parte è la specie umana e l’estinzione a parte è la sesta.

“Let Nagasaki be the Last”, un nuovo appello per il disarmo nucleare

Circa 200 persone (scienziati ed esperti nucleari) di una quarantina di Paesi hanno partecipato alla Pugwash Conference on Science and World Affairs che trae il nome dal villaggio in cui si tenne la prima riunione nel 1957, in seguito all'appello-manifesto di due anni prima lanciato da personalità eminenti come Albert Einstein e Bertrand Russell. Pubblichiamo il testo integrale del documento approvato.

 

E' appropriato il decreto appropriatezza?

Dentista, allergologo, TAC e risonanze magnetiche, oltre ovviamente agli esami di laboratorio effettuati in assenza di sospetti diagnostici. Sono 208 le prestazioni a rischio di “inappropriatezza” contenute nello schema di decreto messo a punto dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Il "decreto appropriatezza" è stato interpretato da molti come dettato da motivi economicil, altri ne hanno messo in dubbio la costituzionalità o l'efficacia. L'autonomia dei medici non ne esce ridimensionata?

Women, science and leadership, a conversation with Ilaria Capua

It’s a question that has concerned Western society since the women’s liberation movement: is it really possible to be successful both at work and at home? When applied to women in the field of science, the question takes on various dimensions. We talked with Ilaria Capua, the Director of the Division of Comparative Biomedical Sciences at the Istituto Zooprofilattico delle Venezie, and Member of the Italian Parliament, about this challenge, the importance teaching women leadership skills and what the world learned from the Ebola outbreak.

OGM: sfida in campo aperto

Negli ultimi tredici mesi la percezione pubblica verso gli OGM ha cominciato ad aprirsi a un dibattito un po' più equilibrato e soprattutto science-based. Questo è avvenuto anche attraverso articoli di stampa firmati da diversi scienziati e intellettuali e interventi riportati anche su Scienza in Rete (vedi il dossier).
Anche in Parlamento qualcosa è cambiato o, almeno, sembra stia cambiando.

Cinema e psicanalisi: il social dreaming

Dentro di noi è sempre in funzione una sorta di cinema mentale, prima ancora che il cinema fosse stato inventato. Questo cinema interno non cessa mai di introiettare immagini alla nostra vita interiore e le sue soluzioni visive sono determinanti e talora arrivano inaspettatamente a decidere di situazioni che le risorse del linguaggio non riuscirebbero a risolvere.
Italo Calvino

Un metodo nuovo per salvaguardare e migliorare il nostro cibo

Alla fine dell’ultima glaciazione, intorno a 10.000 anni fa, in diversi luoghi del pianeta, indipendentemente gli uni dagli altri, alcuni cacciatori-raccoglitori hanno iniziato a coltivare le piante, dando inizio di fatto all’agricoltura.
Non è chiaro cosa li abbia spinti a diventare agricoltori, molto probabilmente la necessità di affrancarsi dalla caccia (alcune volte va bene, ma tante altre si resta a mani vuote) oltre alla curiosità e allo spirito inventivo.

L’Italia e la corsa all’idrogeno per la mobilità: una sfida possibile

L’Europa si sta muovendo verso un futuro energetico a sempre minore impatto ambientale, si è data delle scadenze e sta creando un quadro normativo per guidare e incentivare questa trasformazione.
Molti paesi si stanno già organizzando e attuando politiche industriali ed energetiche non solo per adeguarsi al cambiamento, ma anche per coglierne le opportunità che esso porta. Ma non l’Italia.

Guerra al bracconaggio di elefanti: un aiuto dal DNA

Una tonnellata di avorio distrutta pubblicamente a Times Square, nel cuore di Manhattan. Organizzata per la mattina di venerdì 19 giugno 2015 dallo US Fish and Wildlife Service (FWS), un’agenzia statunitense per la gestione e conservazione della fauna selvatica, quest’azione dimostrativa è servita a dare maggiore vigore all’ennesima denuncia del traffico illegale di zanne di elefante.

Parte Lifepath: invecchiare in salute un diritto anche dei meno abbienti

Ricercatori di dieci diversi paesi hanno dato inizio a un nuovo e ambizioso consorzio interdisciplinare per studiare l’impatto delle condizioni socioeconomiche delle persone sulla loro salute. Si tratta di Lifepath, un progetto che ha ottenuto un finanziamento di sei milioni di euro nell’ambito del programma dell’Unione Europea Horizon 2020 e che include quindici istituzioni in Europa, Stati Uniti e Australia. 

Air pollution shortens the life expectancy of Italians

In Italy 30,000 people die every year because of air pollution caused by fine particulate matter (PM2.5) only – which corresponds to 7% of all deaths (excluding accidents). In terms of life expectancy this means that, on average, air pollution shortens the life of every Italian citizen by 10 months; 14 months for those living in Northern Italy; 6.6 months for those living in Central Italy and 5.7 for the inhabitants of Southern Italy and the islands of the country. Northern Italy is the most affected area. Respecting laws would save 11,000 lives every year.

Combattere le nuove epidemie globali investendo a livello locale

La dura e dolorosa lezione del non ancora spento “outbreak” del virus Ebola e di altre recenti epidemie virali (SARS, MERS, Chikungunya, influenza e, ovviamente, HIV/AIDS) dimostra quanto la comunità globale sia vulnerabile alle infezioni virali e quanto rapidamente un focolaio d’infezione in un angolo del mondo possa mettere a rischio l’operatività e la salute di persone geograficamente molto distanti da esso.

A Brunangelo Falini il prestigioso “Leopold Griffuel”

Il 6 maggio a Parigi Brunangelo Falini, dell’Università degli Studi di Perugia e membro del Gruppo 2003 per la ricerca scientifica, ha ricevuto il premio “Leopold Griffuel”.
E’ il più alto riconoscimento per la ricerca sul cancro in Europa e fu instituito nel 1970 da madame Griffuel in memoria dell’ultimo marito Leopold Griffuel.

Alcibiade. Una suite per bassotto

L’ultimo sguardo, di muta complicità, tra Ulisse e Argo ha attraversato i secoli. Il rapporto di intima simbiosi che si stabilisce talvolta tra uomo e cane è stato fin da allora oggetto di molte riflessioni, di libri interi, di famosi film.
Di recente Carlo Zanda ha raccolto in un volume (Una misteriosa devozione , Milano 2014) le storie di scrittori e dei loro “molto amati” cani: Goffredo Parise e Petote, Alberto Asor Rosa e Pepe, Edmondo Berselli e Liù, Franco Marcoaldi e Baldo, Raffaele La Capria e Guappo, Danilo Mainardi e Orso…

La voce degli AIRIcercatori in supporto all'appello della Senatrice Elena Cattaneo

Caro Direttore,

questa mattina aprendo il giornale abbiamo letto la lettera che la Senatrice Cattaneo ha inviato alla Sua testata giornalistica e ci è sembrato doveroso, in quanto Associazione Internazionale di Ricercatori Italiani nel mondo (AIRIcerca), esprimere con forza il nostro sostegno alle parole drammatiche espresse dalla Senatrice.

Articolo di Bach e Villanova sul metodo Stamina, quanti dubbi

Sono un medico ricercatore con oltre 35 anni di esperienza, molti anni passati in prestigiose istituzioni di ricerca in Italia e all’estero, moltissimi lavori scientifici pubblicati sempre su riviste internazionali, attualmente dirigo il Centro di Terapia Cellulare “G.Lanzani” della Ematologia dell’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo, un laboratorio autorizzato dalla AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) per la produzione di cellule a uso clinico.

Premio Giovani Ricercatori: i vincitori e le motivazioni

Il 5 aprile sono stati pubblicati i risultati del Premio Giovani Ricercatori Italiani, organizzato dal Gruppo 2003 per la ricerca Scientifica.
A vincere la prima edizione sono stati Paola Santini, ricercatrice presso INAF - Osservatorio Astronomico di Roma e Gian Paolo Fadini, ricercatore presso il dipartimento di Medicina del Policlinico Universitario di Padova.

Giovanni Berlinguer: difficile non volergli bene

Lo scorso 7 aprile ci ha lasciato Giovanni Berlinguer una delle personalità di primo piano della cultura italiana di questi ultimi decenni. La sua opera ha contribuito a diffondere la cultura scientifica in settori decisivi della società nazionale. Professore onorario ed emerito di più di un’università (Santo Domingo, Montréal, Brasilia, Roma).

Santini e Fadini vincitori del Premio Giovani Ricercatori

Sono Paola Santini (34 anni), ricercatrice presso INAF - Osservatorio Astronomico di Roma e Gian Paolo Fadini (36 anni), ricercatore presso il dipartimento di Medicina del Policlinico Universitario di Padova, i vincitori della prima edizione “Premio Giovani Ricercatori Italiani”, organizzato del Gruppo 2003 per la ricerca Scientifica.

Nelle cimici, gli scienziati vedono un modello di evoluzione

Il sogno nel cassetto del biologo evoluzionista è poter studiare “in diretta” gli eventi di speciazione per comprenderne i meccanismi di base. Cogliere sul fatto l’origine delle specie è però difficile, in genere servono tempi lunghi, più lunghi della vita del ricercatore. Indagando nel mondo dei parassiti può essere più facile, non di rado infatti ci si può imbattere in efficienti fucine di nuove specie.

La terza missione dell’Università

Viviamo in una “società della conoscenza”, espressione che ha assunto importanza crescente a partire dal Consiglio Europeo di Lisbona del marzo 2000, che ha conferito all’Unione Europea l’obiettivo strategico di sviluppare un’economia basata sulla conoscenza, più competitiva e dinamica, in grado di realizzare una crescita sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale.

Trattamento dei rifiuti urbani: con HIA21 un nuovo approccio

Quando le indagini scientifiche vengono effettuate mentre il processo decisionale è ancora in corso, la tutela dei cittadini è maggiore. In questo modo infatti i dati raccolti possono essere utilizzati per indirizzare le politiche e orientarle affinché dal punto di vista sanitario e ambientale le garanzie per le popolazioni locali siano maggiori.
Questo approccio può riguardare molte situazioni di rischio, ad esempio la gestione dei rifiuti.

Grandi speranze per i nanomateriali

Il 26-28 Novembre si é svolto a Roma presso il Cnr il primo convegno europeo sulla scienza delle superfici dei materiali (European Symposium on Surface Science) organizzato dall’EMASST.

L’EMASST è una nuova realtà ideata da Luca Mazzola, un giovane ricercatore italiano che lavora nel settore aeronautico e spaziale presso il Centro Italiano di Ricerche Aerospaziali (CIRA).

Alle origini dell’autismo

Ci sono malattie di cui si dice tutto e il contrario di tutto, consegnando, inevitabilmente ai cittadini e ai pazienti un quadro distorto/poco chiaro che alimenta la confusione su cause, rischi, trattamenti.
L’autismo è un ottimo esempio di questa categoria di condizioni, con l’aggravante di interessare l’età pediatrica e dunque coinvolgere l’emotività dei genitori a volte a sfavore di approcci basati su evidenze scientifiche.

Tra l'Italia e la Tanzania alla scoperta dell’evoluzione

A est la Caldera di Ngorongoro, con i pendii ricoperti da lussureggiante foresta montana, umida e nebbiosa; a ovest lo sguardo che si perde nelle savane e praterie erbose delle immense piane del Serengeti, popolate dai grandi erbivori al pascolo, la più imponente biomassa di mammiferi selvatici al mondo. 

Terremoto dell'Aquila, assolta la Commissione Grandi Rischi

La Corte d'Appello dell'Aquila ha assolto dalle accuse di omicidio colposo plurimo e lesioni personali colpose sei dei 7 componenti dell'ex Commissione Grandi Rischi. In parziale riforma della sentenza di primo grado l'unica condanna a due anni di reclusione è stata inflitta a Bernardo De Bernardinis, già vice capo del settore tecnico del dipartimento di Protezione civile.

Tre domande su Diversità umana e Costituzione italiana

La Costituzione italiana all’articolo 3 recita: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali"

Una donna controcorrente

Non serve alcuno sforzo di immaginazione. La vediamo realmente scendere le scale, con la cartella di pelle tenuta ben stretta a sé, avvolta in una scultura di velluto dai colori cangianti e un piccolo strascico che disegna una coda sul suo corpo da uccellino. Gli occhi grigio-verdi incorniciati da un’onda di capelli bianchi, acconciatura tanto originale quanto raffinata. Rita Levi Montalcini, all’età di 77 anni, riceve dalle mani del Re di Svezia Gustavo XVI il premio Nobel per la medicina per la scoperta dell’NGF, il fattore di crescita nervoso.

Le nuove prospettive di ricerca sulla SLA

Lo scorso 26 settembre, presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo a Milano, si è svolta la V edizione del Convegno scientifico nazionale di AriSLA - Fondazione Italiana di ricerca per la SLA.
L’evento dal titolo NUOVE PROSPETTIVE DI RICERCA. PER UN FUTURO SENZA SLA! rappresenta il consueto appuntamento della Fondazione con la comunità scientifica nazionale e internazionale che si occupa di Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Tra poco Genova di nuovo capitale della scienza

Fra pochi giorni Genova sarà di nuovo capitale della scienza. Dal 24 ottobre al 2 novembre, il Festival della Scienza torna a far brillare il capoluogo per il dodicesimo anno consecutivo, con un programma che si distingue per la varietà e la qualità degli ospiti italiani e stranieri, per l'adesione di tutti i principali istituti di ricerca nazionali e per uno sguardo che sempre più si orienta

Avastin e Lucentis pari sono: parola di Cochrane

Una nuova revisione della Cochrane Collaboration conferma che tra il farmaco autorizzato e quello off-label non esistono differenze sostanziali per numero di decessi o gravi effetti collaterali nella cura della degenerazione maculare. Avastin (bevacizumab) e Lucentis (ranibizumab), afferma un gruppo di ricercatori internazionale, hanno un grado di sicurezza simile.

La legge italiana sull'Open Access

L’editoria scientifica si è tenuta a lungo lontana dalle logiche commerciali. A partire dal secondo dopoguerra, con l’esplosione della big science il panorama è rapidamente mutato. Nel tempo il mercato delle pubblicazioni scientifiche è diventato assai rilevante. Il sistema convenzionale dell’editoria scientifica (riviste, monografie, atti di convegno ecc.) si basa su due principi:
a. applicazione del diritto d’autore con forti restrizioni all’accesso e all’uso della pubblicazione;

La voce dei ricercatori. Un’indagine in campo ambientale

La condivisione dei dati rappresenta per molti un dilemma o perfino un enigma: il dilemma di disporre di una notevole quantità di dati acquisiti da strumentazioni sofisticate e la necessità di selezionarli, elaborarli e magari confrontarli con altri provenienti da fonti e/o settori disciplinari diversi al fine di acquisire nuove conoscenze; l’enigma che, a partire da un’incerta definizione di dato, deve essere sciolto analizzando scopi e processi di acquisizione, metodi scientifici e obiettivi da raggiungere ma anche modalità di elaborazione e conservazione proprie di specifici settori scie

Novae a emissione gamma

La scoperta di emissione gamma in concomitanza con il massimo di emissione in ottico da una manciata di Novae e uno dei risultati più sorprendenti (e inaspettati) della missione Fermi.
Benché le Novae siano oggetti celesti che contano su un consistente numero di appassionati, sia nelle file degli astronomi amatoriali sia in quelle dei professionisti, nessuno aveva mai pensato che fossero anche in grado di produrre raggi gamma di alta energia.

Open data e malattie emergenti

La conoscenza medica e il senso comune hanno da sempre saputo che le malattie, e in particolare le epidemie, possono comparire improvvisamente in una popolazione, rimanervi per periodi più o meno lunghi ed eventualmente scomparire per riemergere una o più generazioni più tardi.
Trasportate dai battelli, dalle carovane o dagli eserciti, le fiammate epidemiche di malattie come la peste, il vaiolo, il tifo, l’influenza, la sifilide o la poliomielite colpivano città e campagne, decimavano le popolazioni e gli eserciti, cambiando spesso il corso della storia.

C’era una volta un neurone a teatro

“C’era una volta un neurone…Storia di un groviglio chiamato cervello” è il titolo di uno spettacolo teatrale sul sistema nervoso per i bambini delle elementari. Il protagonista di questo ardito esperimento di divulgazione scientifica è Federico Luzzati, un ricercatore dell’Istituto di neuroscienze NICO (Neuroscience Intitute Cavalieri Ottolenghi) di Torino.

Scarica il libro

Acqua sporca [epub]

Acqua sporca [azw3]

Acqua sporca [pdf]

  • Comments
  • 20718 reads
  • Gli imperativi dell’open science

    Molti dei principi che sono alla base della scienza moderna, come il modo più affidabile di acquisire conoscenze, sono stati definiti nei primi anni dell’Illuminismo. Molti storici della scienza ritengono che all’origine delle rivoluzioni scientifiche dei secoli XVIII e XIX ci sia stata quella che noi oggi chiameremmo open science, nata grazie alla diffusione dei primi giornali scientifici.

    Cultura della scienza, cultura della rete

    “Abbiamo una nuova forma di sapere. Questa nuova conoscenza non ha bisogno solo di enormi computer, ma anche di una rete che li colleghi e alimenti…”, scrive Davide Weinberger, filosofo di internet, ne La stanza intelligente.
    La “stanza” è il contenitore, il web, che modifica la forma e l’accessibilità del contenuto, il sapere.
    Nell’era dei nuovi media il sapere scientifico è sempre meno relegato nell’ambiente angusto delle accademie.

    La neurogenesi di Gaia: scienza e informazione digitale

    James Lovelock, partendo da dati biochimici, notò che i valori delle distribuzioni molecolari nell’aria e nell’acqua del nostro pianeta non erano in quell’equilibrio che uno si aspetta quando la Fisica fa il suo dovere ammassando atomi verso lo stato più stabile.

    Quella rendita che può finanziare le rinnovabili

    Dopo Enrico Letta, anche Matteo Renzi ha promesso la riduzione del costo dell’elettricità. Il presidente del Consiglio, numerologicamente innamorato del dieci, è convito di ridurlo di almeno il 10 per cento, quantomeno alle piccole e medie imprese (l’entità complessiva del taglio, secondo una mia stima un po’ grezza, potrebbe essere di quasi 800 milioni di euro). Ora, non so come si possa ridurre ex lege il prezzo di un bene compravenduto su un mercato liberalizzato di un’esatta percentuale.

    Scienza e Mezzogiorno: dal secondo dopoguerra a oggi

    La fine della seconda guerra mondiale, che è il punto di partenza di questo contributo, segna un importante momento di mutamento nella ricerca e nei suoi rapporti con la politica, l’economia e la cultura. Il ruolo avuto dagli scienziati, mobilitati dagli Stati durante il conflitto, aveva fatto maturare nei governi la convinzione che la destinazione di risorse alla ricerca scientifica poteva dare ritorni importanti e questa convinzione fu alla base dell’imponente crescita degli investimenti pubblici in ricerca dopo la guerra.

    An overview on the global response to the 2009 H1N1 pandemic

    In a review on the New England Journal of Medicine, Harvey Fineberg, president of the Institute of Medicine and chair of an international committee requested by the World Health Organization (WHO), analyzed the global response to the 2009 H1N1 pandemic, giving particular attention to the function of the 2005 International Health Regulations (IHR) and the performance of the WHO.

    Cochrane and BMJ questioned Tamiflu and Relenza effectivenes

    There is no good evidence about the effectiveness of Tamiflu (oseltamivir) and Relenza (zanamivir) for influenza prevention and treatment. This is the though claim made by Cochrane Collaboration and the British Medical Journal (BMJ), based on the extended systematic review they just published about the use of neuraminidase inhibitors against influenza.

    Socialità carnivora

    Il cibo e l’alimentazione, come molte delle abitudini sociali umane, sono ricorrentemente sottoposte a mutamenti di tendenza e a fenomeni di vere e proprie mode. Recentemente è emerso molto prepotentemente un vasto fenomeno legato alla cultura dell’alimentazione vegetariana, indice di una forte attenzione per la dieta e la salute, nonché di una maggiore consapevolezza dell’impatto ambientale che la filiera agroalimentare causa al nostro pianeta.

    Nuove sfide per l’agricoltura del terzo millennio

    Nel 1929, ad appena sei anni dalla sua costituzione, il CNR nominò il Comitato nazionale per l’Agricoltura che (insieme a quello per l’Ingegneria) andò ad aggiungersi ai dieci Comitati di Consulenza indicati dalla legge istitutiva: astronomico, geodetico-geofisico, matematico, fisico, radiotelegrafico, chimico, geografico, biologico, medico, geologico.

    Estimated benefit of influenza vaccination

    A report from the US Centers for Disease Control and Prevention (CDCs) claimed that flu vaccination allowed preventing about 6.6 million influenza-associated illnesses during the 2012-2013 season. CDC experts use data from previous seasons to estimate the impact of the next flu wave. Usually, these numbers speak of about 200,000 expected hospitalizations. However, last year 79,000 hospitalizations were prevented thanks to the flu vaccine.

    Addio a Francesco Marabotto

    Nel fare un bilancio di una lunga amicizia, come quella che mi ha legato a Francesco Marabotto, mi chiedo come sia cominciata la nostra frequentazione.  
    Emerge un flash:  un’aula della Facoltà di medicina dell’Università Cattolica di Roma, una lezione agli studenti  del terzo anno. Risale alla metà degli anni ’70. Allora avevo un incarico di insegnamento di Etica medica in quel corso di laurea.

    How many B antigens should a good influenza vaccine have?

    The vaccine against seasonal influenza is called trivalent, because it contains viruses representing three influenza strains: one A/H1N1, one A/H3N2, and one B. the single B-lineage antigen included is the one that is predicted to circulate in the related season. However, this means that some mismatch between the B antigen in the vaccine and the B antigen actually circulating may occur, this being a problem since cross-protection by immunization against the other lineage is expected to be low.

    Un anno di Scienza in rete

    Nel corso del 2013, il tema della ricerca scientifica italiana è il topic più letto sul nostro giornale.
    Prima delle elezioni politiche dello scorso febbraio, il Gruppo 2003 che raggruppa scienziati italiani che lavorano in Italia e figurano negli elenchi dei ricercatori più citati al mondo, ha stimolato il mondo politico a rispondere a 10 domande sul problema della scienza nel nostro Paese. Stimolo raccolto solo parzialmente, il tema della ricerca scientifica è stato il grande assente dalla campagna elettorale.

    Si può ancora fare ricerca in Italia?

    Pubblichiamo l'intervista che il Prorettore alla ricerca della Bocconi, Tito Boeri ha fatto al ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, nel corso del convegno “La ricerca in Italia. Come distruggere, come ricostruire” presso l'Università Bocconi.

    Tito Boeri – "Grazie Ministro, per aver accettato il nostro invito a rispondere a una serie di domande sulla ricerca in Italia. Partiamo dalla valutazione della ricerca accademica.

    Progetto LIFE HIA21: un modello per la gestione dei rifiuti

    Il progetto Life HIA21 “Valutazione partecipata degli impatti sanitari, ambientali e socioeconomici derivanti dal trattamento di rifiuti urbani” è cofinanziato attraverso la sottoazione “Policy & Governance” del programma “Life Environment” della Direzione Generale Ambiente della Comunità Europea. 

    Dieci domande e dieci risposte dal mondo della ricerca

    Si è svolto a Roma presso il CNR il convegno SPERA - Sperimentare per curare. Il convegno ha l'obiettivo di far conoscere ai cittadini e presentare alle associazioni dei malati le ragioni della ricerca scientifica a sostegno della sperimentazione animale.

    Nel documento sottostante (e in allegato) un gruppo di ricercatori risponde alle “Dieci domande a cui i vivisettori non rispondono” pubblicate recentemente dal dott.

    Why we have a problem with vaccination coverage

    From the TELLME website

    With the winter at the door, influenza epidemics are a problem to deal with. Every year they cause significant morbidity and mortality throughout Europe, especially in high-risk groups such as older people, individuals with chronic diseases, pregnant women and small children. In most of EU/EEA countries, uptake of seasonal influenza vaccination for these more endangered groups fall below the coverage threshold that the European Council of Ministers set at 75%.

    Noi stiamo con il Mario Negri

    L’Organizzazione animalista ‘Animal Amnesty’ ha indetto per sabato 30 novembre una manifestazione nazionale a Milano contro la sperimentazione animale, denominata strumentalmente ‘vivisezione’.
    L’obiettivo dell’iniziativa è quello di portare i partecipanti davanti alla sede dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche ‘Mario Negri’ per manifestare, si dice nel comunicato di convocazione, contro il suo direttore ‘il vivisettore Silvio Garattini’.

    Change in attitudes towards vaccination after H1N1 pandemic

    From TELLME website

    As recognized by many experts, the ongoing decline of public confidence in vaccines is one of the main challenges for public health management. A recent paper published on Eurosurveillance shows that unfavorable attitudes towards vaccination dramatically increased from 8.5% in 2000 to 38.2% in 2010 in France.

    Una ricetta per curare la scienza

    E' da tempo che si parla di scienza malata. Questo era il titolo di un libro pubblicato già nel 2010 dal genetista Laurent Ségalat che evidenziava gli aspetti fondamentali di questa patologia: la ricerca spasmodica di pubblicazioni ad alto impatto per ottenere sempre nuovi finanziamenti entrando in un circolo vizioso senza fine.
    E' la domanda che sorge spontanea è se questo sistema porti realmente ad un avanzamento delle conoscenze.

    Claude Bernard e la nascita della biomedicina

    Scrivere un libro su un genio della scienza o dell’arte è una sfida ardua. La mole mastodontica del materiale a disposizione e la scelta tra che cosa dire e che cosa tralasciare impone un notevole rigore metodologico sia nella ricerca e valutazione delle fonti, sia nella scrittura. Ancor più se si vuole farne una vulgata, un’edizione leggibile per tutti, specialisti e non.

    When communication fails: the case of Indian dengue outbreak

    India is facing an aggressive outbreak of dengue fever – probably the worst in the last ten years – and risk communication from authorities proved to be very ineffective: the lack of proper strategies for both prevention and reaction to dengue outbreaks resulted in low levels of public awareness and poor coordination between different institutions.

    XV Convegno Internazionale di Castiglioncello

    Continuando una tradizione che risale al 1985, anche quest’anno, dal 26 al 29 Settembre, si è svolto presso il Castello Pasquini, il biennale Convegno Internazionale di Castiglioncello dell’USPID (http://www.uspid.org/). Questa 15ma edizione è stata organizzata come Pugwash-USPID joint meeting e dedicata a discutere su “Questioni critiche nel cammino per il disarmo nucleare”.

    Donne e astronomia, una lunga storia

    Il cielo dimenticato in un baule è un piccolo, affettuoso, libro scritto da una donna, per altre donne (ma non solo) e che racconta storie di donne. Donne di scienza: in particolare donne che si sono dedicate all’astronomia. Dunque donne e cielo: forse un accostamento naturale ma non per questo scontato o banale, come ci racconta il fisico Gabriella Bernardi, a sua volta donna di scienza con la passione per la divulgazione scientifica.

    Si inaugura a Ferrara LAUE: lenti a caccia di raggi gamma

    Giovedì 10 ottobre verrà inaugurata a Ferrara un grande facility per raggi gamma dedicata allo sviluppo di lenti di Laue per l’astrofisica spaziale. La facility è installata in un laboratorio per raggi X, LARIX (LARge Italian X-ray facility) che comprende un tunnel protetto lungo 100 m, affiancato da due grandi sale sperimentali agli estremi. La realizzazione della facility rientra in un progetto, denominato LAUE, finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

    La mappa della ricerca italiana

    Misurare l’importanza di un centro di ricerca è una attività complessa. E’ difficile raggiungere un accordo sulle metriche di valutazione dei risultati ottenuti, dalle pubblicazioni, dal numero di fondi, dal numero di ricercatori o altro. Uno dei modi più oggettivi è indagare la rete di relazioni di cui i centri fanno parte.

    Un appello: Italia a rischio default culturale

    Lo spread culturale con la Corea è salito a 430 punti. Crollano gli investimenti: – 14% in cinque anni. Crolla l’occupazione dei giovani nelle fabbriche della conoscenza: – 17%. Aumentano le tasse: + 50%. Il deficit commerciale nell’alta tecnologia ha raggiunto punte dell’1% del PIL. Siamo già oltre l’orlo del burrone. Così il Paese si è giocato il futuro. Le colpe dei padri già ricadono sui figli.[1]

    Animali e ricerca, stravolta la Direttiva UE: un appello

    L’aula del Senato - n.d.r. votato successivamente anche alla Camera - ha appena approvato l’ex art. 9-bis ora art.13 (Criteri di delega al Governo per il recepimento della Direttiva 2010-63-EU del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 settembre 2010, sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici). L’articolo avrebbe dovuto recepire lo spirito e la sostanza della Direttiva EU, che non vieta l’utilizzazione degli animali ma indica i principi da rispettare nel loro uso e allevamento a fini sperimentali. L’Art.

    MiTo: oltre la musicoterapia per curare il disagio

    Sabato 14 settembre, nell'ambito del Festival MITO SettembreMusica, il Teatro Franco Parenti di Milano ospiterà con Musica & Cervello la giornata Oltre la musicoterapia: curare il disagio, organizzata dal Festival in collaborazione con Esagramma, il Politecnico di Milano, la Fondazione IRCSS, l'Ospedale Niguarda Ca'Granda e l’Istituto Neurologico Carlo Besta, dedicato al rapporto tra musica e cervello.

    Stamina crudele

    Li abbiamo visti martedì scorso e li rivedremo: i malati mobilitati dall’esperto di marketing Davide Vannoni che promette loro una cura senza accettare che nessuno la giudichi. Lui ha l’aspetto del guru: capello lungo con codino, sguardo maliardo e la furia ottusa di chi pensa di poter gabbare la medicina scientifica con qualche furbata.

    Scienzainrete al XV Congresso Internazionale di Immunologia

    XV Congresso Internazionale di Immunologia, Milano

    Dal 22 al 27 agosto, si è tenuto a Milano il XV Congresso Internazionale di Immunologia, promosso e organizzato dall’International Union of Immunological Societies (IUIS) e dalla Società Italiana di Immunologia, Immunologia Clinica e Allergologia (SIICA).

    PA, meno burocratese e più digitale: una guida

    La “Guida alla redazione degli atti amministrativi. Regole e suggerimenti” messa a disposizione da un gruppo di lavoro coordinato dai ricercatori dell'Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica del CNR (ITTIG) e dell'Accademia della Crusca, ha ormai compiuto due anni, dopo la presentazione della pubblicazione a un convegno nazionale presso l'Accademia della Crusca, l'11 febbraio 2011.

    Top Italian Scientists plead for animal testing

    Gruppo 2003 - the Italian Association of the Top 50 Italian Scientists - few days ago launched an appeal from its website (www.scienzainrete.it) opposing the Italian Parliament’s attempt at distorting the European Directive on animal experimentation, which risks cutting Italy out from vital fields of biomedical research if the just approved bans will not be immediately amended.

    Omeopati contro Edzard Ernst: notizia top secret?

    La rivista Query, a firma di Andy Lewis, riporta una storia inquietante di cui protagonista è Edzard Ernst, Cattedratico di Medicina Complementare all’Univeristà di Exeter (UK). La cattedra fu istituita nel 1993 da Sir Maurice Laing allo scopo di verificare senza preconcetti l’efficacia in primis dell’omeopatia mediante protocolli clinici rigorosi.

    Oncologia: limiti e opportunità dei nuovi farmaci molecolari

    I moderni farmaci oncologici sono sempre più mirati a colpire specifici bersagli molecolari (target therapy) e rappresentano uno dei maggiori progressi in oncologia. Allo stesso tempo, il contemporaneo sviluppo di nuove tecnologie applicate alla medicina molecolare consente oggi di caratterizzare virtualmente tutte le alterazioni genomiche e funzionali dei singoli tumori, ampliando enormemente il ventaglio dei possibili bersagli terapeutici, con un conseguente aumento dei potenziali farmaci a bersaglio molecolare.

    Un oltraggio alla ricerca

    Sabato 20 aprile, in concomitanza con il corteo nazionale contro la “vivisezione”, cinque membri del gruppo “Fermare Green Hillsono entrati abusivamente nel Dipartimento di Biotecnologie Mediche e Medicina Traslazionale dell'Università degli Studi di Milano, sede in cui opera anche la sezione milanese dell'Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche. I cinque attivisti hanno occupato lo stabulario, e dopo che alcuni si sono incatenati alle porte, hanno impedito l’accesso a polizia e personale di

    State of the Union: l'agenda green di Obama

    President Barack Obama's 2013 State od the Union Address - As delivered 


    The President: 

    Mr. Speaker, Mr. Vice President, Members of Congress, fellow citizens


    Fifty-one years ago, John F Kennedy declared to this chamber that “the Constitution makes us not rivals for power but partners for progress.” “It is my task,” he said, “to report the State of the Union -- to improve it is the task of us all.”

    Finanziamento ERA-CAPS: lettera aperta alle istituzioni

    Il Ministero per l’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) ha ritirato, a pochi giorni dall’emanazione del bando ufficiale, il supporto al programma ERA-CAPS sull’espansione dell’area europea della ricerca nel settore della biologia molecolare vegetale (“Expanding the European Research Area in Molecular Plant Sciences”).

    Il Vesuvio di Gaetano DeBottis

    Il volume curato da Maria Toscano: “Gaetano De Bottis – Ragionamento istorico intorno all’eruzione del Vesuvio che cominciò il dì 29 luglio dell’anno 1779 e continuò fino al giorno 15 del seguente mese di agosto”, recentemente presentato nella Collana di testi della cultura filosofica e scientifica meridionale della Denaro Libri, è uno di quei libri che possono essere letti su più livelli.

    Lettera aperta al Prof. Fantoni, Presidente dell'ANVUR

    Egr. Prof. Fantoni,

    premesso il riconoscimento per l’estrema fatica che il suo compito richiede, vorremmo farle presente alcune obiezioni circa le modalità di valutazione e di formazione delle graduatorie per l’abilitazione a professore di I e II fascia. Siamo certi che il problema le è ben noto, ma non è possibile, riteniamo, eluderlo ulteriormente. Il riferimento è al fatto che l’uso esclusivo, o in gran parte prevalente, dei criteri bibliometrici sia una forma non del tutto corretta e spesso ingiusta di selezione.

    Rilanciamo il dibattito per rafforzare la ricerca in Italia

    La pubblicazione del documento di riforma generale del settore della ricerca, presentato dal ministro Profumo – e poi, comunque, ritirato – ha interrotto una riflessione avviata da un gruppo di “addetti ai lavori” che si poneva un obiettivo solo parzialmente analogo, nel senso che partiva da una considerazione della crisi generale del Paese, riconoscendo nei ritardi e nella marginalità del ruolo della ricerca e dell’innovazione in Italia un fattore negativo e importante del nostro declino economico, sociale e culturale.

    Dalla micromeccanica ai terremoti

    In un lavoro appena pubblicato su Nature abbiamo analizzato la deformazione di micro-colonnine metalliche sottoposte a compressione. Nel formulare una teoria che spiegasse la deformazione di questi oggetti piccolissimi, di dimensioni inferiori ad un centesimo di millimetro, abbiamo scoperto un meccanismo generale che potrebbe essere utile anche a comprendere la deformazione della crosta terrestre.

    Gli immunologi e la sicurezza dei vaccini

    La Società Italiana di Immunologia Immunologia Clinica e Allergologia (SIICA), cui aderiscono oltre seicento immunologi italiani, una disciplina scientifica che rappresenta una delle eccellenze della ricerca scientifica del nostro Paese sulla base di parametri obiettivi, esprime grande preoccupazione per la situazione venutasi a creare a seguito delle vicende legate ad una preparazione di vaccino antiinfluenzale.

    Una sentenza inadeguata contro gli scienziati

    In relazione alla condanna inflitta ai membri della Commissione Grandi Rischi dal Tribunale de L'Aquila, esprimiamo la nostra solidarietà ai ricercatori della Commissione. Si tratta infatti di una condanna che attribuisce alla Commissione responsabilità che non poteva avere né dal punto di vista istituzionale, essendo la sua funzione puramente consultiva e quindi priva di poteri decisionali, spettanti agli amministratori locali, né dal punto di vista scientifico.

    Un appello per una corretta educazione alimentare

    Secondo indiscrezioni il cosiddetto “decretone” sulla Sanità che dovrebbe approdare mercoledì 5 settembre al Consiglio dei Ministri, non conterrà più la norma sulla tassazione delle bevande gassate. La veemente reazione delle parti interessate sembra averne avuto ragione. Il dibattito in proposito ha visto affermazioni lapidarie sulla scarsa fondatezza di questo tipo di interventi per contrastare il rischio crescente di sovrappeso e obesità, problema importante per la salute che riguarda adulti e soprattutto bambini di tutti i Paesi più ricchi.

    Enti e istituti in pericolo per la spending review

    Stando alla bozza del dl sulla spending review, la manovra messa a punto dal governo Monti dovrebbe riorganizzare il Consiglio nazionale delle Ricerche, l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, mentre metterebbe seriamente a rischio - sopprimerebbe - diversi Enti di ricerca, come L'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, l'Isituto Nazionale di Astrofisica e il Centro di Studi e Ricerche "Enrico Fermi".

    In ricordo di Giovanni Faglia (1930-2012)

    Giovanna FagliaIl Prof. Giovanni Faglia, Ordinario di Endocrinologia dal 1980, è mancato all’affetto dei suoi figli e dei suoi allievi il 14 gennaio di quest’anno dopo 4 lunghi anni di sofferenza affrontata con lucida determinazione e serenità. Sviluppò la sua intera carriera presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano, se si eccettua un breve periodo (aa. 1980-81) presso la Ia Facoltà di Medicina dell’Università di Napoli.

    Il Kit del giornalista

    Comprendere il funzionamento dei meccanismi che regolano l'università italiana non è impresa facile, tanto che a volte alcune sottigliezze sfuggono anche a chi nell'università ci lavora. Ciò è dovuto al fatto che, nel tempo, si sono succedute diverse leggi e regolamenti: in particolare negli ultimi 15 anni l'università ha subìto una vera e propria overdose di riforme, in genere rimaste incompiute, che si sono stratificate una sull'altra.

    Lettera aperta sul futuro dell'università

    Un gruppo di professori Universitari ha inviato al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e a Maria Stella Gelmini una lettera aperta. Si riconoscono alcuni meriti disegno di legge di riforma dell'Università ora in discussione in Parlamento e si analizzano in maniera puntuale, evidenziandone limiti e difficoltà, alcuni punti ritenuti più critici. Scienza in Rete pubblica la lettera e invita i lettori ad aprire un dibattito in merito.

    Basta un solo capo, per l'istituto di ricerca sul cervello?

    Giuseppe Nisticò, professore ordinario di farmacologia e direttore del centro di Biotercnologie farmaceutiche dell'Università Tor Vergata di Roma, ha preso possesso nei giorni scorsi delle sue nuove funzioni di commissario dell’European Brain Research Institute (EBRI), il centro internazionale di ricerca interamente dedicato alle neuroscienze fondato a Roma e tuttora presieduto da Rita Levi Montalcini, 101 anni, Premio Nobel per la medicina e senatore a vita della Repubblica.

    Vita da precari

    I laboratori di ricerca non sono luoghi di lavoro qualsiasi. In tutto il mondo sono frequentati da ricercatori che vi lavorano stabilmente, con contratti a tempo indeterminato, o meno stabilmente, con progetti a termine. Le figure di coloro che fanno ricerca a tempo determinato sono le più varie: studenti, borsisti, assegnisti, ricercatori a progetto. L'Italia non fa eccezione. Tranne, forse, nella dimensione temporale del fenomeno. Alcuni (forse troppi) ricercatori sono "stabilmente" a tempo indeterminato.